top of page

 Prodotti a Filiera Corta 

Logo.png
Un territorio ricco
di prodotti primari

Il settore agricolo ed agroalimentare è uno dei settori trainanti per l’economia dell’area in cui si ritrovano a lavorare fianco a fianco alcune grandi realtà e centinaia di micro aziende agricole ed artigianali. I prodotti agricoli delle Langhe sono divenuti ormai famosi nel modo (le uve, la nocciola, etc.) e costituiscono i prodotti primari di filiere agroalimentari affermate e di altissima qualità, oppure di nicchie di prodotti ancora poco conosciute, ma di assoluta eccellenza. Il territorio è ricco di vigneti, noccioleti, pascoli, boschi e terrazzamenti e offre frutti che hanno reso il territorio un patrimonio di tutta l’umanità e che attrae visitatori da tutto il mondo.

Rivetto-azienda-agricola.jpeg
lirano01.jpeg
La nostra adesione al progetto

Per questo, visto il grande successo ottenuto dal progetto PSR 2019, grazie ad un nuovo progetto (PSR 2014/2020 Regione Piemonte Operazione 16.4.1 Bando 2022) si è confermata la necessità di puntare ancora sui prodotti a Filiera corta e sulla perfetta sinergia creatasi tra l’Enoteca Regionale del Barbaresco e i soci che ne compongono insieme l’ATS. La nostra azienda, col suo progetto di Sostenibilità Biologica/Biodinamica rientra perfettamente nei piani del PSR.

Visto che oggi la monocoltura prevale, con i pro e i contro che ne derivano Rivetto ha scelto di difendere un ecosistema diversificato aumentando la superficie dedicata a boschi o ad altre coltivazioni e prendendo coscienza della necessità di un cambiamento per un’agricoltura in sintonia con la natura, con la terra e con gli uomini.

 I punti chiave del cambiamento orientato all’arricchimento dell’ecosistema, consistono quindi nel piantare alberi e piante diverse tra i filari, coltivare l’orto, costruire nidi per uccelli. In passato ricercavamo l’equilibrio nel vigneto, ora per l’intero ecosistema. Per l’azienda questo significa no diserbo chimico, no trattamenti antiparassitari sistemici, no trattamenti chimici o fertilizzanti. Inoltre, piantiamo orzo, avena e trifoglio tra I filari per rivitalizzare il terreno.

I nostri prodotti, oltre al vino, sono diversi e tutti certificati biologici. Produciamo cugnà, succo di pere e uva e gallette mais e proprio quest’ultime rientrano tra i prodotti che forniamo all’Enoteca per gli eventi legati al PSR Filiera Corta.

lirano13.jpeg
Rivetto-pannocchie-mais.jpeg
GALLETTE DI MAIS DEL VIGNAIOLO

Da quattro generazioni la famiglia Rivetto si occupa di uve e vigneti. Il primo fu il bis-nonno Giovanni, che nel 1902 fondò a Montaldo Scarampi una bottega che si specializza nello scambio di uve e vini. Nel 1922, Ercole, il figlio, si trasferisce ad Alba, dove trasforma l’attività di famiglia, iniziando a vinificare. Negli anni successivi, l’azienda si espande con nuovi acquisizioni di terreni e cascine. Oggi è Enrico a guidare l’azienda, seguendo una filosofia ben precisa per quanto riguarda il rispetto dell’ambiente e l’autoregolazione del vigneto.

La galletta di mais è un prodotto complesso nella semplicità degli ingredienti (tutti coltivati in maniera biodinamica dall’azienda Rivetto): Mais Spinusa, Mais Rostrato, Mais Pignoletto, Mais Bianco Perla, Mais 8 File e sale uniti danno una ricchezza di profumi e una croccantezza unica. Hanno inoltre un alto contenuto di fibre, i cereali sono rigorosamente integrali, non vengono aggiunti additivi, né conservanti, né coloranti e sono senza glutine.

Rivetto-Gallette.jpeg

Le gallette sono perfette come snack sano e complementari ad una degustazione di vino. Durante le degustazioni in Enoteca accompagnano perfettamente il Barbaresco, ma si può osare anche un impiego più ardito immergendole nel cioccolato fondente, mescolandole a frutta secca per creare delle barrette energetiche, spalmandole con formaggio cremoso e olive: insomma via libera alla fantasia!

lirano16.jpeg
Rivetto-az.agr-asino.jpg
Loghi 16.4.jpg
bottom of page